Casa di Cura Città di Bra

CLINICA PRIVATA ACCREDITATA

 
  Casa di Cura Città di Bra | Clinica privata accreditata  
 

Casa di cura Città di Bra > Specialità mediche > Cardiologia

Cardiologia

Ecocardiografia da stress

Che cos'è l'ecocardiografia da stress.

L'ecocardiografia da stress è una delle metodiche di cui disponiamo per osservare quali modificazioni avvengono nel nostro cuore durante un certo stimolo (lo "stress").

Lo stress può essere fisico, indotto cioè da un impegno muscolare del paziente, o farmacologico.

Come si svolge l'esame.

Nel primo caso il paziente deve pedalare seduto in una poltrona o sdraiato su un lettino che sono stati modificati con l'aggiunta di pedali. Il paziente viene invitato a sedersi un una speciale poltrona collegata ad un cicloergometro. Con questo sistema il paziente può rimanere seduto permettendo al Cardiologo di eseguire contemporanemente  l'ecocardiogramma mentre la resistenza applicata ai pedali viene progressivamente aumentata.

Nel secondo caso il paziente rimane disteso sul lettino del laboratorio di ecocardiografia mentre il suo cuore ed il suo apparato circolatorio, grazie all'iniezione endovenosa di farmaci specifici, si comportano come se dovessero sostenere uno sforzo fisico. Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino, sul fianco sinistro come per un normale esame ecocardiografico transtoracico. Viene applicata una fleboclisi per somministrare, in dose controllata, il farmaco che provocherà al cuore le stesse modificazioni indotte da uno sforzo fisico (Dobutamina) o variazioni del circolo delle coronarie capaci di provocare una insufficienza coronarica adulta (Dipiridamolo). Attraverso la stessa fleboclisi possono essere somministrati altri farmaci che il cardiologo ritenga necessari per l'esito favorevole del test. La fleboclisi verrà rimossa al termine del test.

 

Preparazione all'esame.

E' opportuno che il paziente consulti con sufficiente anticipo il proprio medico curante per stabilire l'eventuale sospensione della terapia in corso che potrebbe essere necessaria per dirimere il dubbio diagnostico. La sospensione dei farmaci, che non deve essere decisa da chi esegue l'esame ma da chi lo richiede, deve avvenire con modalità diverse a seconda delle proprietà del farmaco stesso.

In linea di massima si segnala che, qualora il medico curante abbia deciso di far sospendere al paziente la terapia in corso, questa deve avvenire con le seguenti modalità:

  • 48 ore prima dell'esame per nitroderivati, Calcio antagonisti, ACE inibitori, Digitale, Aminofillina.
  • 5 giorni prima dell'esame per beta bloccanti (che andranno sospesi gradualmente)

E' infine molto importante che il paziente:

  • non fumi da almeno 12 ore
  • non assuma thè, coca cola, caffè da almeno 12 ore
  • sia a digiuno da almeno 4 ore (in caso di diabete è opportuno consigliarsi con il proprio medico curante al fine di stabilire la dose di antidiabetico orale o di insulina). Si può invece bere senza particolari restrizioni.
  • porti con sè la copia o l'originale della documentazione clinica relativa al problema che deve essere chiarito (cartella clinica, ECG, prove da sforzo, coronarografia, ecc...)

 



 

 
 
 
 

Casa di Cura privata Città di Bra - Clinica privata accreditata
Strada Montenero, 1 - 12042 Bra (Cn) Italy - P.Iva 01118370046 - Note legali - Privacy Policy

Powered by Blulab